Utilizzando questo sito accetti il nostro uso dei cookie. Approfondisci

Tracciamento Eventi di Google Analytics sui link con jQuery

Tracciamento Eventi di Google Analytics sui link con jQuery


Volevo condividere con te un problemino che mi si è presentato qualche giorno fa, un po’ più tecnico del solito.

Google Analytics (GA) è un ottimo strumento gratuito per ottenere le statistiche del proprio sito, cosa fondamentale se si vuole gestire in maniera (perlomeno) decente il proprio blog. Se non hai la minima idea di cosa sia GA, leggi questo articolo

Solitamente, per aggiungere il codice di tracciamento preferisco utilizzare l’ottimo plugin di Yoast, Google Analytics for WordPress, ampiamente personalizzabile.

Oltre alle funzionalità base, a me interessa tracciare i click sui link che iniziano con uno specifico prefisso, ad esempio con /download/ che utilizzo per il download dei file, e questo plugin lo permette in maniera molto semplice. Da notare che questi click vengono registrati come eventi.

Tutto molto bello, fino a quando… nel sito X non mi traccia gli eventi!

Controllo e ricontrollo. Il plugin non ne vuole sapere di inserire il codice di tracciamento degli eventi (probabilmente per qualche conflitto). Sono fregato, devo aggiungere il codice a mano per tutti i link… o forse no!

Da una rapida ricerca sul web, ho trovato 3+1 ottime soluzioni per tracciare il click sui link:

Al momento ho testato il secondo codice e funziona che è una meraviglia 😉

$(document).ready(function(){
	var downloadLink = new RegExp('\/download\/+');
	$('a').each(function(){
		var url = $(this).attr("href");
		 if (downloadLink.test(url)){
			$(this).attr("onclick","_gaq.push(['_trackEvent', 'download-click', '"+ url +"']);");
		}
	});
});

In questo modo, appena la pagina viene caricata, vengono controllati tutti i link e se hanno la stringa “/download/” al loro interno, viene aggiunto il codice di tracciamento dell’evento ‘download-click’ che si attiva al click del link.

PS: ovviamente devi aver caricato la libreria jQuery ed aver inserito il codice di tracciamento base di GA, altrimenti non potrà mai andare.

Non sarà la soluzione migliore, ma funziona.

Probabilmente sarebbe meglio provare ad usare Google Tag Manager… a te la scelta :)

)


VUOI CREARE IL TUO SITO O BLOG WORDPRESS?

Scegli uno tra i migliori hosting per WordPress

HOSTING

Scegli uno tra i migliori hosting per WordPress

Hosting

Scegli uno tra i migliori temi WordPress professionali

GRAFICA

Scegli uno tra i migliori temi WordPress professionali

Grafica

Guide e risorse per gestire il sito WordPress a 360°

GESTIONE

Guide e risorse per gestire il sito WordPress a 360°

Gestione

EMAIL NEWSLETTER

Vuoi ricevere i miei ultimi articoli
comodamente nella tua email? È gratis!
Ben 3552 persone lo stanno già facendo!
Anonimo
   
con le dita sempre in costante, frenetico movimento sulla tastiera… vengo spesso trascinato e catturato “in rete” per colpa delle mille idee che mi girano per la testa (prima o poi troverò quella giusta)… dal futuro incerto (nonostante una laurea, e chi non lo è?..siamo in tanti!) .. credo fortemente nella condivisione della conoscenza!
6 Commenti
  • Supplizio

    Ciao Roberto, come contatore visite per il mio sito uso da anni count per day. Dopo aver letto le tue guide, ho deciso di installare il plugin google analytics per wordpress di yoat (ho dovuto installare il plugin perché copiando a mano il codice di monitoraggio, non mi lrivelava i lettori della versione mobile del sito creata con wp touch). Il problema è che la differenza di numeri è enorme. Parliamo di 1946 visitatori unici giornalieri su analytics contro i 5789 su count per day (dati di ieri). ok che count per day non è precisissimo e che conta bot e spider, ma la differenza mi sembra davvero troppa. Cosa ne pensi? Ci può essere un mio errore di configurazione di analytics (ho messo timeout della sessione a 30′, per 1 mese e 30 giorni, non sapendo né leggere né scrivere)? Altresì analytics non mi rileva le query (mentre su google webmaster sì).
    Scusa se ti inondo di domande, ma sul web non ho trovato niente a riguardo.

    Grazie anticipatamente per la risposta

    • Roberto Iacono

      Mi dispiace ma non ho mai utilizzato count per day. Sinceramente, mi fido più di un prodotto solido come GA…
      Le query “not provided” sono quelle effettuate da utenti non loggati, ma le altre le dovresti vedere. Non ne vedi neanche una?

  • Manuel

    Ciao Roberto! scusa se scrivo qui, sono OT completamente, ma non so dove altro chiederti questa cosa o dove poterti contattare. Ho letto che hai fatto spesso delle recensioni di Bluehost e senza volere io sono anni che lo utilizzo.

    Devo fare un backup completo del mio magazine (foto, articoli, e tutto quello che ho scritto in 4 anni) e solitamente in bluehost scarico 3 file da 3,3 Giga. Bastano questi tre file per stare tranquillo? o nel caso in cui mi sparisca completamente il sito mi occorrono altri file?

    perchè in rete non capisco quali file devo salvare (se MySQL, website files, home directory o full cipanel backup). Potresti aiutarmi? il mio magazine sta diventando importante ma nessuno è in grado di dirmi come salvare in sicurezza il sito.

    Grazie mille! scusa ancora se mi sono intomesso in un articolo completamente differente! ottimi articoli comunque :)

    • Roberto Iacono

      Ciao Manuel,
      io salvo tutti i file presenti sul disco (quindi nella root del server) tramite FTP. Poi scarico il backup del database (che contiene tutti gli articoli, categorie, commenti, impostazioni, etc..).

      Quello che scarichi da BH cos’è? Solo file o anche il backup del Database?

  • Ugo

    Ciao Iacono, sono di nuovo qui. :) Ho una domanda da farti.

    Vorrei creare una home page con del testo iniziale (circa 15/20 righe).
    Subito dopo ci saranno dei box di articoli (circa 8/10, che con il tempo potranno cambiare) con un immagine, un titolo e un estratto dell’articolo (non molto).
    Dopo questi box ci sarà altro testo.

    Vorrei sapere se spezzando il testo iniziale e quello finale con dei box di articoli, la parte di testo che si trova al di sotto dei box viene presa in considerazione da google, come se fosse posta sopra ai box di articoli?

    Mi consigli di mettere tutto il testo sopra ai box?

    Ti faccio questa domanda perchè vorrei evitare di mettere i box di articoli sotto il tanto testo, come ho fatto in questo sito www. festa18anniaroma .net
    Grazie per l’aiuto.

    • Roberto Iacono

      Ciao Ugo!
      Sì, la parte sotto viene presa in considerazione da Google, ovviamente viene letta dopo i Box e non prima (basta guardare il codice sorgente della pagina che viene generata per capire cosa e quando viene letto dai motori di ricerca).

      Probabilmente l’utente vuole vedere prima gli articoli, poi il testo, ragiona da utente e non da spider 😉

Seguimi

Scarica gli ebook gratuiti

Vuoi creare e gestire il tuo blog WordPress autonomamente ed in maniera gratuita?

Allora scarica gratuitamente gli ebook Blogging Box e Le 30+ cose da non fare con WordPress, inserisci la tua email qui sotto:
13584+
Scarica gratuitamente gli ebook!

Per maggiori informazioni guarda questa pagina per la Blogging Box e questa per le 30+ cose da non fare con WordPress.

Scarica gli ebook gratuiti

Vuoi creare e gestire il tuo blog WordPress autonomamente ed in maniera gratuita?

Allora scarica gratuitamente gli ebook Blogging Box e Le 30+ cose da non fare con WordPress, inserisci la tua email qui sotto:
13584+
Scarica gratuitamente gli ebook!

Per maggiori informazioni guarda questa pagina per la Blogging Box e questa per le 30+ cose da non fare con WordPress.
Unisciti agli oltre 10999 lettori
che seguono questo blog
3152
982
2251
4614