Utilizzando questo sito accetti il nostro uso dei cookie. Approfondisci

Come vendere spazi pubblicitari 125×125 sul blog

Come vendere spazi pubblicitari 125x125 sul blog o sito
Mi sono interessato alla vendita dei banner 125×125 perchè sono un po’ stufo di adsense, il comportamento di Google riguardo al tracciamento dei click e quant’altro non è proprio trasparente. Vorrei scovare valide alternative per il futuro in maniera tale da non dover dipendere esclusivamente da mister G e credo che i banner 125×125 siano proprio una di queste.

Ecco cosa mi ha colpito:


  • sono facili da posizionare e adattare al layout del blog perchè sono piccoli (tutti i blog hanno colonne larghe almeno 125px, mentre non tutti hanno colonne di 335px che è la larghezza del rettangolo grande di adsense)
  • puoi decidere che pubblicità mostrare (a meno che non ti affidi a programmi simili ad adsense)
  • puoi decidere il prezzo dello spazio pubblicitario, e se gestisci il banner senza appoggiarti a siti esterni, il guadagno è del 100% (e non del 68% che hai adsense, o almeno così dicono…)
  • puoi decidere se vendere il banner a Pay Per Impression (PPI) o tutti gli altri Pay Per (click, view, sale, lead, month)
  • possono essere vendibili anche a blocchi, per cui si possono inserire anche banner 250×125 oppure 250×250
  • molti programmi d’affiliazione utilizzano questo formato (anche adsense permette il 125×125)
  • molti inserzionisti preferiscono puntare su questo formato perchè gli costa meno di quelli grandi e così possono fare pubblicità su più blog
  • puoi contattare direttamente gli inserzionisti e contrattare il prezzo, proprio come se vendessi pubblicità su un giornale locale
  • sono esteticamente piacevoli, anche l’occhio vuole la sua parte

Ma non è tutto oro ciò che luccica, hanno anche qualche punto a sfavore, non tutti gli inserzionisti pubblicizzano 125×125! Inoltre gestire due, quattro o otto banner richiede più tempo e più denaro (se ti affidi a programmi esterni) rispetto che ad un solo banner grande.

Se ti sei convinto e vuoi vendere pubblicità 125×125, per prima cosa devi creare gli spazi pubblicitari 125×125, altrimenti dove vendi? :)

Dove inserire i banner?

Io consiglio di inserire i banner appena inizia la sidebar, meglio posizionarli nella parte Above the Fold, ovvero la zona visibile del blog appena l’utente lo raggiunge (quello che ti appare su schermo quando arrivi in un sito).
Sarà scontato ma i banner in Above the Fold avranno un CTR maggiore a banner posizionati in fondo al blog, perchè sono più visibili e verranno cliccati con maggiore frequenza. Quindi, a prescindere dal tipo di banner che utilizzi (dal tipo di Pay Per …) più click verranno fatti sui banner e più visite riceveranno gli inserzionisti. Più visite riceveranno e più la pubblicità sul tuo blog avrà valore.
Te faresti mai pubblicità (non parlo di branding) su un blog che ha migliaia di visite ma che ti porta 5 utenti al giorno? Io no! Sai cosa farei appena mi scadrebbe la campagna pubblicitaria? Direi un bel addio pubblicità sul quel blog e gli farei un po’ di pubblicità negativa con i miei amici.
Quindi metti gli annunci nella parte più visibile del blog, e avrai più probabilità che gli inserzionisti continueranno a rinnovare la campagna pubblicitaria.

Quanti banner inserire?

Dipende molto dal traffico, dal tipo di affiliazione e da quanto vuoi guadagnare.
Mediamente inserirei dai 4 ai 6 banner. Troppi banner possono far apparire il tuo blog come se fosse amatoriale, perderesti di credibilità e fanno scivolare il contenuto della sidebar troppo in fondo e quindi… addio nuovi e vecchi utenti.
Se il traffico è davvero elevato, ad esempio hai 1 milione di pagine viste al mese, ti poni come obiettivo di guadagnare 1000€ netti al mese (quindi circa 2000€ lordi) e vendi il banner ad 1€ ogni 1000 impressioni, ogni banner ti frutterà 1000€, quindi potrai tranquillamente mettere solo 2 banner per guadagnare la somma che ti sei prefissato, senza intasare il blog di pubblicità.

Prepara una pagina per la vendita!

Crea una pagina apposita per vendere gli annunci e falla linkare dagli annunci vuoti. Inserisci anche un’immagine o un semplice link del tipo: compra la tua pubblicità su robertoiacono.it.
Questa pagina deve essere creata ad hoc, apposta per invogliare un possibile inserzionista a fare pubblicità sul tuo blog. Devi fornirgli tutte le informazioni che possono essergli utili, mostra di cosa parla il blog, le statistiche, il numero approssimativo di pagine viste, gli utenti iscritti ai feed rss, a facebook e twitter, il target degli utenti,
Fai vedere bene quali spazi vendi, dove sono posizionati ed il prezzo che applichi, più chiaro sarai e più verrai preso in considerazione.
Se il blog è abbastanza trafficato, suggerisco di raccogliere tutti questi dati in un Media kit, ovvero una presentazione scaricabile (solitamente in formato pdf)

Trovare gli inserzionisti

Ora che hai le idee ben chiare su dove e quanti banner inserire, è giunto il momento di inserire la pubblicità vera e propria. Inizia la fase della ricerca degli inserzionisti, secondo me la parte più avvincente.
come trovare gli inserzionisti:

  • il metodo più banale è quello di spiare gli altri blog della tua nicchia e vedere che annunci hanno. L’inserzionista degli annunci di quel blog sarà sicuramente attento ad una vostra proposta in quanto il blog è della stessa nicchia.
  • se gli altri blog non hanno pubblicità 125×125 fai una piccola ricerca su google con le parole chiave della tua nicchia, segnati gli indirizzi degli annunci pubblicitari che verranno mostrati, e vai a fargli una bella proposta!
  • utilizza programmi d’affiliazione attinenti alla tua nicchia.
  • utilizza l’ADV Store di alVerde o Link e Pubblicità sul forum GT, se vendi i banner a prezzi ragionevoli puoi trovare nuovi inserzionisti un po’ più facilmente.
  • utilizza programmi di vendita di spazi 125×125 come buysellads.com

Se ancora non riesci a rintracciare nessun inserzionista, vuol dire che il tuo blog non è ancora maturo. Aspetta con pazienza e soprattutto lavora sodo, crea tanti contenuti originali e acquista importanza nella tua nicchia, vedrai che le offerte non tarderanno ad arrivare!

A quanto vendere un banner 125×125

Il prezzo sostanzialmente lo dovresti decidere te. Varia da caso a caso.
Innanzitutto decidi come vuoi vendere i tuoi banner, se ad impressioni, a click o a durata.
In prima approssimazione potresti utilizzare i dati che hai immagazzinato con adsense: hai CPM, CPC e quanto guadagna un banner in un mese, utilizza questi!
Se vendi a CPM il prezzo medio è di 1€ ogni 1000 impressioni, ma dipende dalla notorietà del tuo blog. Se non sei autorevole, abbassa il prezzo!
Per tutti i tipi di banner, il valore dipende dalla nicchia, blog sul tema hosting possono vendere a prezzi maggiori di blog sul gossip.
Io consiglio di fissare un prezzo al mese, tipo 30, 50, 100 € al mese, così sai già quanto guadagnerai a priori.

Ultimi suggerimenti

  • La vendita di spazi pubblicitari richiede di essere in possesso di partita iva! Leggi questo post. Hai capito bene, devi pagare le tasse!!! Se non dichiari i soldi che intaschi vendendo i banner pubblicitari (devi dichiarare anche i guadagni di adsense, quindi anche per inserire adsense dovresti avere la p.iva) stai evadendo il fisco. Siccome l’apertura della partita iva, la gestione della stessa e le tasse richiedono una spesa da parte tua, devi valutare bene se inserire o meno gli spazi pubblicitari. Approfondirò questo argomento a breve.
  • inserisci il tag nofollow nel link della pubblicità, sarà del tipo: <a hfre=”www.nome-sito.it” rel=”nofollow”>BANNER </a>. Questo eviterà che google ti penalizzi, perchè se togliessi il nofollow, passeresti pagerank al sito dell’annuncio e mister G. potrebbe pensare che stai vendendo il link solo per far aumentare il pagerank (cosa che non è permessa).
  • la pubblicità si vende tranquillamente anche con il nofollow, se qualcuno ti propone di non inserirlo, non accettare l’affare. La vendita di banner, come puoi vedere, non è legata al nofollow:
    – Compro banner/link per ottenere traffico –> incremento il numero di vendite direttamente
    – Compro banner per fare conoscere il mio brand –> incremento le vendite indirettamente
    – Compro link per migliorare il posizionamento di una pagina –> voglio ottenere più traffico dai motori per incrementare le vendite.
  • per vendere pubblicità, il blog deve essere trafficato, più traffico hai e più probabilità avrai di vendere i banner. Per dare un numero (che conta poco o niente), con 1000 utenti al giorno dovresti avere già buoni risultati.
  • ogni tanto, crea o pubblicizza espressamente nei post (il lettore deve essere informato) l’inserzionista che ha fatto pubblicità sul tuo blog, in questo modo sarà più invogliato a rinnovare la campagna pubblicitaria.
  • traccia tu stesso i click e le impressioni dell’annuncio, in modo da metterti al sicuro in caso di contestazioni da parte dell’inserzionista.
  • vendi a PPI o al mese, così non sarai più stressato da CTR, CPC e tutto quello che ne deriva, ma dovrai concentrarti “solamente” sull’aumentare traffico e sul fidelizzare i nuovi utenti, che è la parte più bella!
  • lascia un solo banner vuoto con su un’immagine del tipo: acquista la tua pubblicità su robertoiacono.it. L’inserzionista sarà sotto pressione perchè ha paura (se interessato) di poter perdere la possibilità di pubblicare la sua pubblicità e ti contatterà in breve tempo.
  • non lasciare mai troppi banner vuoti, crea uno stato di desolazione che di certo non è ben visto… farà fuggire tutti i possibili inserzionisti.

Cosa ne pensi dei banner 125×125?


VUOI CREARE IL TUO SITO O BLOG WORDPRESS?

Scegli uno tra i migliori hosting per WordPress

HOSTING

Scegli uno tra i migliori hosting per WordPress

Hosting

Scegli uno tra i migliori temi WordPress professionali

GRAFICA

Scegli uno tra i migliori temi WordPress professionali

Grafica

Guide e risorse per gestire il sito WordPress a 360°

GESTIONE

Guide e risorse per gestire il sito WordPress a 360°

Gestione

EMAIL NEWSLETTER

Vuoi ricevere i miei ultimi articoli
comodamente nella tua email? È gratis!
Ben 3552 persone lo stanno già facendo!
Anonimo
   
con le dita sempre in costante, frenetico movimento sulla tastiera… vengo spesso trascinato e catturato “in rete” per colpa delle mille idee che mi girano per la testa (prima o poi troverò quella giusta)… dal futuro incerto (nonostante una laurea, e chi non lo è?..siamo in tanti!) .. credo fortemente nella condivisione della conoscenza!
22 Commenti
  • Pietro

    Ciao Roberto,
    sarei interessato a mettere un banner come quello tuo in alto a dx “wordpress video express”….che devo fare? Widget di testo? va bene? e le dimensioni? come mi devo regolare?
    Hai qualche suggerimento?

    • Roberto

      Un semplice widget di testo, le dimensioni? Quello che ci stà nella tua sidebar… Dipende anche dai banner che hai a disposizione… Più è grande e più attira l’attenzione, ma la cosa a cui devi dare il giusto peso è che deve essere attinente al tuo sito, altrimenti lascia stare, faresti solo pubblicità gratuita.

      Devi trovare chi offre questo tipo di affiliazioni, sui forum tipo alVerde e Giorgiotave ci saranno sicuramente.

      Ciao Pietro!

  • Pietro

    Si Roberto….in realtà è uno scambio banner con un sito che sta nascendo e che metterei solo sul blog in inglese, in cambio loro mi daranno banner e 1 articolo al mese in inglese….soldi nulla….saresti il primo a saperlo!
    Ciao Roberto

    p.s.: scusa se insisto ma la dimensione del “quadratino” del widget dove la prendo? come la ricavo?….ad esempio io sul banner in alto so che è 200*90, ora il quadratino del widget (tipo quello sulla guida di express che usi tu) dove lo ricavo? o devo andare a tentativi?
    Thanks!

    • Roberto

      Io utilizzo un ottimo plugin del browser FireFox che si chiama FireBug, provalo e non te ne pentirai!

  • Pietro

    si conosco Firebug…ma so poco su come usarlo….tu dici che puntando il cursore sul widget mi da la sua dimensione ottimale?…non sopravvalutarmi!

    • Roberto

      Esatto! Molto semplice ma funzionale :) Non sottovalutarti!

  • […] utilizzati sono i classici box 125×125 da posizionare nella sidebar (Roberto Iacono spiega quali siano i vantaggi del loro utilizzo), ma anche quelli orizzontali 468×70 (spesso avvistati in alto nell’header) stanno […]

  • Antonella Catania

    Ciao Roberto,
    e grazie per l’articolo.
    Anch’io sto cercando di allontanarmi da Mister G per la vendita di spazi pubblicitari, ma ancora non ho deciso che strada imboccare. Tu dici che “con 1000 utenti al giorno dovresti avere già buoni risultati.”, sicuramente non con Adsense, o almeno penso.

    Due miei blog che navigano su quelle cifre (addirittura in alcuni giorni della settimana arrivo anche a 1200 utenti) non mi portano grossi incassi.
    Secondo te un blog che naviga sui 1000 utenti al giorno quanto dovrebbe fruttare? e se si tratta di cucina cosa consiglieresti come alternativa ad AdSense?
    grazie e buona giornata
    Antonella

    • Roberto Iacono

      Ciao Antonella,
      domande molto interessanti che meritano un post e presto mi convincerò a scriverlo :)

      In generale, facendo una stima molto grossolana e non reale (quindi non prenderla per verità assoluta), supponendo un CTR dell’1% con CPC medio basso (perchè si tratta di cucina) pari a 0.1€, utilizzando 3 banner adsense nelle dimensioni più grandi 336×280 oppure 300×250, dovresti avere:

      Visualizzazioni*CTR*CPC*N_Banner = Ricavo AdSense, quindi 1000*0.01*0.1*3 = 3 € al giorno…

      Ora, è sicuramente migliorabile come risultato studiando ad hoc la posizione degli annunci, cambiandone i colori, affidandosi a qualche potere soprannaturale :) ecc ecc… ma va bene così. Devi concentrare il tuo lavoro su attrarre nuovi utenti, non solo a come guadagnare 10 cents in più al giorno ottimizzando i banner.

      Dovresti affiancare il tutto con delle affiliazioni, studia i tuoi concorrenti per capire loro cosa utilizzano, poi puoi vedere se esistono negozi alimentari che vendono per affiliazione, dove te manderai gli utenti per comprarsi gli ingredienti di una tua ricetta (ad esempio).
      Oppure affiliazioni dove vengono venduti macchinari per la cucina come per Unieuro o euronics…
      Insomma, pensa a cosa potrebbe servire ai tuoi utenti, e proponi…
      Ciao

      • Antonella Catania

        Grazie Roberto,
        sempre puntuale e professionale. Trarrò spunto dai tuoi consigli. e comunque i miei blog vanno dai 2 ai 4 € al giorno, per cui il tuo calcolo è perfetto! :)
        a presto e bon lavoro

  • Angelo

    Buonasera,

    leggo costantemente il tuo blog e devo dire che è ricco di informazioni interessanti, che mi hanno aiutato spesso e volentieri nel migliorare il blog che gestisco. Vorrei farti una domanda:

    ho da poco iniziato una collaborazione con una società estera pubblicando sul mio portale un articolo che parla dei servizi di questa società, al cui interno ci sono tre link che rimandano direttamente a tre pagine web del loro sito. Ho letto in questo articolo del “nofollow”, e volevo chiederti spiegazioni. Devo inserirlo per questi link? Se si, come?

    Esattamente, a cosa serve il nofollow? Non utilizzarlo, può causare in poco tempo una visibile diminuzione dell’afflusso di utenti sul sito?

    Grazie in anticipo e ancora complimenti!

    • Roberto Iacono

      Ciao Angelo,
      se è un articolo a pagamento, è consigliabile inserire il nofollow al link per evitare una diminuzione del PageRank (Google si arrabbia se “vendi i link”). Se aggiungi il nofollow, dici allo spider di Google di non seguire il link, di non passargli il tuo pagerank, quindi non dovresti subire nessuna penalizzazione.
      Allo stesso tempo però, se hai venduto l’articolo, la ditta vuole che i link siano senza il nofollow (te l’hanno pagato apposta), quindi non potresti toglierlo.

      Per inserirlo o eliminarlo, utilizza l’editor dell’articolo in modalità HTML.

      Ciao

      • Angelo

        Hai sollevato un bel dilemma.

        La società in questione mi ha pagato per pubblicare sul mio sito una pagina che spiega i contenuti del loro sito, con relativi link a quel sito.

        Ciò comporta che probabilmente non vorranno che io metta il nofollow, anche se esplicitamente la pagina serve per accaparrarsi redirect, non page rank. Mi spiego meglio: quando si vende spazio pubblicitario, si presta implicitamente una fetta dei propri utenti che andranno a visitare il sito o acquisteranno il prodotto pubblicizzato. Il Page Rank invece è l’indice di “piacevolezza” (per così dire) che Google ti assegna e che ti permette di apparire più o meno in alto nelle ricerche su Google laddove vengono cercate parole chiave che sono presenti anche sul tuo sito.

        Pertanto, il nofollow dovrebbe essere legittimo, in quanto non limita nessun utente nell’andare a vedere la pagina linkata, ma semplicemente impedisce di passare il proprio page rank ad un altro sito.

        E’ corretto il ragionamento?

        • Roberto Iacono

          Sì, è corretto, ma una volta che paghi, pretendi.
          Io pago X euro per avere più visibilità, perchè nel frattempo non guadagnarci anche del PR?

          Dipende tutto da che accordi hai preso prima. Io vendo spazi pubblicitari sul mio blog, e nella pagina Pubblicità ho chiaramente scritto che i link saranno con il nofollow, così evito brutte sorprese ad entrambe le parti.

  • Angelo

    Ti faccio un’altra domanda, sperando di non scocciare, prendendo spunto da una domanda letta poco sopra.

    Per il mio sito (magazine sportivo incentrato principalmente su notizie di calcio) utilizzo due affiliazioni: Google AdSense e Virgilio Banner.

    Tralasciando Virgilio Banner (che vorrei fortemente cambiare perché ogni tanto ha problemi), di Google AdSense utilizzo soltanto UN banner pubblicitario, piazzato in alto ad ogni articolo, subito prima del titolo dell’articolo.

    Ho letto poco sopra che con 1000 visite, si riescono a raggiungere dai 2 ai 4€ giornalieri. Il mio sito conta intorno alle 1500 visualizzazioni giornaliere, eppure raramente supero i 50 CENTESIMI guadagnati al giorno.

    Domanda forse stupida, ma permettimela: questo misero dato è dovuto al fatto che utilizzo un unico banner, al posizionamento (sopra il titolo di ogni articolo, quindi massima visibilità) o a fattori a me sconosciuti?

    • Roberto Iacono

      C’è sempre un po’ di mistero dietro ad AdSense :) Ma dipende spesso dalla tematica del blog, dalla tipologia di utenti che hai e dalla tipologia di banner che vengono esposti.

      Se hai utenti che sono alle prime armi con l’iPhone, e i banner parlano di corsi avanzati di iPhone, difficilmente avrai dei clic sui banner.

      La cosa migliore sarebbe avere un blog di nicchia (il tuo probabilmente è generalista), con lettori e banner targhettizzati.

  • Luca

    Ciao Roberto, ho letto con interesse questo articolo, chiedo una delucidazione sui link a siti esterni con il “no follow”, io ho alcuni siti per lavoro e per hobby, se metto un link nel mio sito ” hobbystico” verso il sito di lavoro e non indico il “no follow” secondo quello che ho capito viene penalizzato il mio sito “hobby” in quanto G pensa che ho venduto il link??? E il mio sito di lavoro sarà penalizzato perché sempre G pensa che pago per guadagnare Pagerank??? Spero di essermi spiegato bene…
    Grazie per il tuo prezioso lavoro…
    PS: credo che nella stringa dove descrivi il no follow forse hai digitato male “href”

    • Roberto Iacono

      Ciao Luca,
      se non c’è correlazione tra i due siti in termini di contenuti, allora preferisco mettere il nofollow (se il link compare su tutte le pagine del sito). È un po’ quello che accade per i designer di siti web con il loro link del credit…

  • Luca

    Ok, molte grazie….. dovrò lavorarci perché ho sempre sottovalutato questo importante dettaglio….

  • Anna

    Salve ma anche per i banner pubblicita’ esterna inseriti sul sito vale il nofollow?
    Io ho quasi finito il sito per ora ho più di 1500 visite ma solo perché nel testo non ci sono ancora le parole chiave,i banner sono 3, 2 da 780x 90 e l’altro da 300x 250.
    Ho pensato quello in alto a 95.00 per 30g quello in basso al footer 85,00 30 g e il banner da 300x 250 a 65,00 euro ogni 30g.Che ne pensate??

    • Roberto Iacono

      Ciao Anna, soprattutto per i banner pubblicitari ci vuole il nofollow!
      Il prezzo è totalmente soggettivo e dipende dalla tematica del blog ma anche dalla rilevanza e popolarità. A me sembrano prezzi elevati.

Seguimi

Scarica gli ebook gratuiti

Vuoi creare e gestire il tuo blog WordPress autonomamente ed in maniera gratuita?

Allora scarica gratuitamente gli ebook Blogging Box e Le 30+ cose da non fare con WordPress, inserisci la tua email qui sotto:
13584+
Scarica gratuitamente gli ebook!

Per maggiori informazioni guarda questa pagina per la Blogging Box e questa per le 30+ cose da non fare con WordPress.

Scarica gli ebook gratuiti

Vuoi creare e gestire il tuo blog WordPress autonomamente ed in maniera gratuita?

Allora scarica gratuitamente gli ebook Blogging Box e Le 30+ cose da non fare con WordPress, inserisci la tua email qui sotto:
13584+
Scarica gratuitamente gli ebook!

Per maggiori informazioni guarda questa pagina per la Blogging Box e questa per le 30+ cose da non fare con WordPress.
Unisciti agli oltre 10999 lettori
che seguono questo blog
3152
982
2251
4614