Utilizzando questo sito accetti il nostro uso dei cookie. Approfondisci

La differenza tra blog e sito web

La differenza tra blog e sito web


Vuoi sapere qual è la differenza tra blog e sito web? In breve, il sito web è una vetrina online dove la comunicazione è unidirezionale (fornisci delle informazioni agli utenti, loro ricevono le informazioni senza aver la possibilità di dire la propria opinione), mentre il blog è più un diario online (personale o aziendale) dove avviene una comunicazione bidirezionale, anche gli utenti possono partecipare alle discussioni e possono interagire con te.

Ma vediamo più nel dettaglio…

Wikipedia (fonte di saggezza???) dice: “Un sito web o sito Internet è un insieme di pagine web correlate” e “un blog è un particolare tipo di sito web in cui i contenuti vengono visualizzati in forma cronologica.” … chiaro no? … No. 😐

Per questo, ho deciso di spiegarti con parole mie la differenza tra blog e sito web.

Le differenze principali tra sito e blog sono date dalla tipologia di comunicazione (obiettivo e tipologia molto diversi) e dalla freschezza dei contenuti distribuiti (e quindi dal carico di lavoro).

Cos’è il sito web

Il sito web è un insieme di pagine nel quale sono presenti informazioni, che creano una comunicazione unidirezionale, ovvero il flusso di informazioni va dal sito verso l’utente. Ad esempio, un sito di una pizzeria ha sempre la pagina Dove siamo, dove è indicato l’indirizzo del locale. Quando l’utente va su questa pagina legge le informazioni che gli interessano (l’indirizzo) e non fa altro, non crea una discussione sull’argomento (sarebbe anche difficile :)), non dice la sua.

Solitamente un sito web si presenta con una homepage dove presenta il contenuto del sito o i servizi che vengono effettuati, per l’appunto, svolge il ruolo di vetrina. È anche dotato di un menù di navigazione per dare la possibilità all’utente di trovare rapidamente i contenuti più importanti.

I siti classici, come i siti aziendali, hanno poche pagine e rimangono quelle, fisse, per molto molto tempo… spesso anche troppo. Questa staticità, piacerà ai motori di ricerca?

Cos’è il blog

Il blog, nato dall’unione di Web e Log, ovvero diario del Web, è composto da un insieme di articoli (post) dove viene tenuto conto dell’ordine cronologico di pubblicazione, assumendo la classica struttura di un diario.

È grazie a lui che è il web si è evoluto in ciò che oggi viene definito il web 2.0, dove vi è un’interazione tra l’utente ed il gestore del blog, il (famoso) blogger. La comunicazione cambia, evolve, passando da unidirezionale e bidirezionale (in particolare è una comunicazione “uno-a-molti”), dove anche gli utenti trovano il loro spazio nel web, possono dire la loro commentando gli articoli che vengono scritti… si crea una vera e propria interazione tra utente e blog(ger).

Nei blog ci possono essere delle pagine statiche di presentazione o con i contatti tipo la classica pagina Contattami, ma la differenza sta nell’homepage, completamente differente (sia nell’aspetto che nell’obiettivo) da quella dei siti web. Questa, presenta gli articoli in ordine cronologico di pubblicazione, che possono parlare degli argomenti più svariati cercando sempre il dialogo con il lettore… spesso, il blog può portare a costruire una vera e propria community, un gruppo di persone appassionate ad un determinato argomento (che dovrebbe essere il vero obiettivo di un blogger).

Freschezza dei contenuti

I contenuti freschi sono molto importanti al giorno d’oggi. I motori di ricerca come Google ne tengono sempre più conto (fortunatamente) nei loro algoritmi per il posizionamento del sito/blog. Avere contenuti freschi, aiuta ad essere presente in posizioni migliori nei risultati delle ricerche (SERP). Ma anche gli utenti vogliono notizie fresche… per cui, la freschezza conta, eccome se conta.

Come ho detto, i siti web forniscono un contenuto statico nel tempo, mentre i blog no, vengono aggiornati spesso. Proprio per questo motivo, i blog saranno visitati con maggiore frequenza dai motori di ricerca ed avranno più possibilità di essere in posizioni migliori rispetto ad un sito web (ma questo dipende anche da molti altri fattori).

Quindi?

Quindi, il mio consiglio è di aprire un sito web se vuoi presentare dei servizi o se è un sito web aziendale, mentre consiglio il blog se vuoi scrivere ogni giorno (o comunque spesso) per dare un tuo punto di vista su un determinato argomento, così da usufruire delle potenzialità del blog.

La cosa migliore? Combinare l’uno e l’altro… avere un sito web con il relativo blog è la scelta migliore che si possa prendere, ed è la direzione in cui si sono mosse / si stanno muovendo moltissime aziende. Il sito web ed il blog, sono mezzi di comunicazione complementari.

Ma ricordati che gestire un blog richiede molto lavoro e per sua natura, va aggiornato!

PS: in ogni caso, consiglio di utilizzare WordPress per creare sia il sito che il blog. Perchè? Perchè WordPress è WordPress.

Dì la tua (questo è un blog :) )

Questo è un blog (o un sito web???), per cui hai ampio spazio per esprimere il tuo pensiero qui sotto. Qual è la vera differenza tra blog e sito web per te?


VUOI CREARE IL TUO SITO O BLOG WORDPRESS?

Scegli uno tra i migliori hosting per WordPress

HOSTING

Scegli uno tra i migliori hosting per WordPress

Hosting

Scegli uno tra i migliori temi WordPress professionali

GRAFICA

Scegli uno tra i migliori temi WordPress professionali

Grafica

Guide e risorse per gestire il sito WordPress a 360°

GESTIONE

Guide e risorse per gestire il sito WordPress a 360°

Gestione

EMAIL NEWSLETTER

Vuoi ricevere i miei ultimi articoli
comodamente nella tua email? È gratis!
Ben 3552 persone lo stanno già facendo!
Anonimo
   
con le dita sempre in costante, frenetico movimento sulla tastiera… vengo spesso trascinato e catturato “in rete” per colpa delle mille idee che mi girano per la testa (prima o poi troverò quella giusta)… dal futuro incerto (nonostante una laurea, e chi non lo è?..siamo in tanti!) .. credo fortemente nella condivisione della conoscenza!
12 Commenti
  • Giacomo

    Bene o male hai ragione, ma giusto per curiosità vorrei farti una domanda. Se un cliente commissionasse la creazione di un sito per il suo ristorante, useresti lo stesso wordpress? Penso che in alcuni casi, usare wordpress sia limitante. Per farti un esempio da un’occhiata a questo template libero: tympanus.net/Development/RestaurantTemplate/

    livelli a cui con wordpress penso non puoi nemmeno avvicinarti…

    • Roberto Iacono

      Ciao Giacomo,
      è proprio qui che ti sbagli :) WordPress è talmente versatile che… ce ne sono un sacco di temi simili a quello che hai indicato, anche meglio. Guarda per esempio, questi temi per fotografi: http://www.robertoiacono.it/temi-wordpress-professionali/temi-wordpress-professionali-per-fotografi/ … Diresti mai che sono fatti con WordPress?

      Ad esempio, questo tema per ristoranti è simile al tuo e non costa molto! Anzi…

      Cosa mi dici ora? Ti sei convertito? :)

      Ciao
      Roberto

  • Giacomo

    wow… ho fatto presto a parlare! Mai visto niente del genere, diciamo che sono solo pochi mesi che ho iniziato ad utilizzare wordpress! :)

    • Roberto Iacono

      :) è per questo motivo che mi sono innamorato di WordPress, versatilità assoluta, prezzi bassissimi!

      Buon lavoro allora :)
      Ciao

  • Antonio

    Bellissimo articolo,
    risponde bene alle domande che vengono poste ogni giorno sulla differenza che si trovano fra i due mezzi.
    Ne approfitto per complimentarmi per la nuova grafica :)

  • Luca

    Ciao Roberto, ti “seguo” da un po e ti faccio i complimenti per il tuo ottimo lavoro, in riferimento all’argomento trattato dico che mi piace molto la possibilità di avere il sito con il blog, però come dici tu poi tenerlo aggiornato è un lavoraccio, secondo te ci sono dei tempi di aggiornamento diversi in base agli argomenti trattati in un blog???
    Ciao e grazie

    • Roberto Iacono

      Ciao Luca, grazie a te!

      Secondo me, non c’è una frequenza di aggiornamento ben precisa… dipende tutto da ciò che vuoi ottenere. Più scrivi contenuti di qualità e più possibilità hai di ricevere nuove visite. Scrivere frequentemente ma senza contenuti o con contenuti pessimi, non ha senso.

      Quindi ognuno ha i suoi ritmi, focalizza la tua attenzione sulla qualità del contenuto e su cosa vuole realmente l’utente… per il resto, quando puoi pubblica, ma senza impazzire. Anche un articolo alla settimana può andare bene.

      • Luca

        Grazie Roberto, io ho alcuni siti da gestire che riguardano la mia professione e appunto uno lo vorrei “convertire” in blog ma è dura come dici tu trovare sempre cose nuove e interessanti da pubblicare….. cercherò di trovare i tempi giusti…. ti chiedo solo una cosa, per visualizzare il mio avatar nei commenti devo registrarmi sul famoso sito del quale avevo letto qualcosa tempo fa… sul mio sito ho attivato un plugin e funziona, ma per i siti esterni evidentemente no….
        Ciao e grazie ancora…

        • Roberto Iacono

          Ciao Luca,
          leggi qua http://www.robertoiacono.it/impostare-immagine-del-profilo-nei-commenti-dei-blog/

  • billthatkill

    Finalmente un articolo scritto con cognizione di causa! Grazie mille.

Seguimi

Scarica gli ebook gratuiti

Vuoi creare e gestire il tuo blog WordPress autonomamente ed in maniera gratuita?

Allora scarica gratuitamente gli ebook Blogging Box e Le 30+ cose da non fare con WordPress, inserisci la tua email qui sotto:
13598+
Scarica gratuitamente gli ebook!

Per maggiori informazioni guarda questa pagina per la Blogging Box e questa per le 30+ cose da non fare con WordPress.

Scarica gli ebook gratuiti

Vuoi creare e gestire il tuo blog WordPress autonomamente ed in maniera gratuita?

Allora scarica gratuitamente gli ebook Blogging Box e Le 30+ cose da non fare con WordPress, inserisci la tua email qui sotto:
13598+
Scarica gratuitamente gli ebook!

Per maggiori informazioni guarda questa pagina per la Blogging Box e questa per le 30+ cose da non fare con WordPress.
Unisciti agli oltre 10999 lettori
che seguono questo blog
3152
982
2251
4614